Le inefficienze fanno perdere 3 euro ogni 1000 euro di fatturato: ecco come azzerarle

Aumentare i ricavi, azzerando le inefficienze questo l’obiettivo che ogni giorno è sulla scrivania dei top manager italiani. L’attuale contesto dei nuovi modelli operativi sempre più volti al digitale e all’innovazione tecnologica sta modificando in modo significativo il mondo del retail.

Nell’era dell’Industria 4.0 e dell’Internet of Things, molte aziende hanno messo in discussione i propri modelli operativi, evidenziando come l’inefficienza e lo spreco sia dietro l’angolo.

Come misurare economicamente una gestione inefficiente? Il primo step passa da un’analisi AS IS del processo d’acquisto (negoziazione contratti fornitori/clienti), e del processo amministrativo (contabilità clienti/fornitori e pagamenti), al fine di misurare la corretta applicazione delle condizioni stipulate tra le parti, per ogni tipologia di acquisto (merci e servizi).

Un esame puntuale che è possibile estendere fino a 10 anni indietro, se i processi vengono osservati e sottoposti ad analisi partendo a ridosso della prescrizione.

L’analisi porterà in evidenza, come sempre accade, dove si celino i numerosi disallineamenti tra quanto contrattualmente pattuito e quanto concretamente ricevuto.

L’esperienza in servizi di questo genere racconta come il protrarsi di inefficienze generi mediamente una perdita tra 1 e 3 Euro ogni 1.000 Euro di fatturato (dato moltiplicabile per ogni anno di analisi e per un massimo di 10).

Perdite che, con una puntuale attività di audit, sarà possibile, successivamente alla misurazione, azzerare. Laddove possibile inoltre, in virtù della natura dei dati rilevati, potrà anche essere impostata una strategia di recupero delle perdite economiche rilevate in sede di analisi preliminare.

Dunque, l’obiettivo è avere un chiaro e tangibile dato economico per avere certezza del proprio operato, nel passato, ed attingere da questo esercizio per approcciare a nuovi modelli organizzativi e operativi.

L’esperienza dimostra come ogni società, per quanto ben strutturata e con procedure standardizzate tramite forme di controllo interno, possa essere vittima di mancati ricavi più o meno rilevanti.